È abbastanza normale che dopo il periodo estivo in cui non si utilizzano i caloriferi, si hanno necessarie alcune operazioni di routine per garantire il corretto funzionamento. In sostanza, prima di accendere il sistema di riscaldamento, vale la pena eseguire questi interventi.

Sfiatate i termosifoni

La prima cosa da fare per assicurarvi un sistema di riscaldamento perfettamente funzionante riguarda lo sfiato dei caloriferi. La presenza di acqua molto calda può provocare all’interno del circuito bolle d’aria, condensa e vapore che impedisce all’acqua di circolare correttamente.

Sfiatare i termosifoni è più facile di quanto si possa pensare e potete farlo in autonomia. Procuratevi un bicchiere in plastica ed eventualmente un canovaccio per raccogliere l’acqua che fuoriesce. Aprite la valvola di sfiato che spesso si trova nella parte superiore del calorifero, fate uscire l’aria. Potete lasciare aperta la valvola finché non esce nuovamente acqua. In quel momento, dovete quindi chiudere la valvola e si ripete l’operazione sugli altri caloriferi.

Pulite la caldaia

Nel momento in cui siete alla ricerca di valide delle soluzioni per migliorare l’efficienza dei caloriferi, sappiate che dovete preoccuparvi solo ed esclusivamente di caloriferi in sé. Vale a dire che anche la caldaia che produce l’acqua calda sanitaria che circola all’interno del circuito concorre a rendere il sistema più efficiente. L’intervento di un valido tecnico della manutenzione e assistenza caldaie Rinnai a Roma aiuta a rendere il sistema di riscaldamento più efficiente rispetto a prima.

In piena estate oppure appena conclusa la stagione, sarebbe opportuno far pulire la vostra caldaia in maniera che tutti i residui che si sono creati nel corso del tempo vengano rimossi. Se non lo fate, particelle di polvere, calcare, fuliggine e altre impurità si depositano e sedimentano andando a costruire parti fondamentali che consentono alla caldaia di funzionare.

Controllate la pressione della caldaia

Come già anticipato in precedenza, il sistema di riscaldamento è efficiente se lo è anche la caldaia. Dopo aver sfiatato i caloriferi, verificate il livello della pressione che dovrebbe essere sempre incluso tra uno e due bar altrimenti possono esserci problemi nella produzione e distribuzione dell’acqua calda sanitaria.

Di Grey